FAQ

Che cos’è una Società Cooperativa?

Una cooperativa è un’impresa formata da un’associazione di persone che si riuniscono per il raggiungimento di uno scopo comune. Solitamente parte debole nel mercato, i soci che formano la cooperativa tutelano i propri interessi di consumatori o lavoratori attraverso la gestione comune e democratica dell’impresa. L’art. 45 della Costituzione italiana riconosce l’importanza della funzione sociale della cooperazione.

Cosa vuol dire “Scopo Mutualistico”?

Il fine tipico delle società è lo “scopo di lucro”: le società sono costituite per ottenere un profitto attraverso l’attività esercitata dall’impresa. Nelle società cooperative, lo scopo non è la divisione degli utili tra i soci ma quello di fornire ai soci beni, servizi o occasioni di lavoro a condizioni più vantaggiose rispetto a quelle di mercato.

I soci ottengono quindi non un profitto bensì un vantaggio economico di altro genere: un risparmio di spesa per beni e servizi oppure maggiore remunerazione del proprio lavoro rispetto alle condizioni mercato.

Che cos’è una Cooperativa “Sociale”?

Le cooperative sociali hanno uno scopo ulteriore rispetto a quello mutualistico: perseguono infatti l’interesse generale della comunità alla promozione umana e all’integrazione sociale dei cittadini.

La legge 381/1991 individua due modalità per raggiungere questo scopo, cui corrispondono due tipologie di cooperative. Le cooperative di Tipo A forniscono servizi socio-sanitari ed educativi; le cooperative di Tipo B come l’Atlante, invece, possono svolgere attività di vario tipo (agricole, industriali, commerciali o di servizi), finalizzate all’inserimento lavorativo di persone svantaggiate.

Che cos’è una Cooperativa Sociale di tipo B?

Una cooperativa sociale di tipo B svolge attività agricole, industriali, commerciali o di servizi finalizzate all’inserimento lavorativo di persone svantaggiate. Il lavoro e la cooperativa sono quindi importanti strumenti per la crescita personale e l’inclusione sociale di invalidi fisici, psichici e sensoriali, ex degenti di istituti psichiatrici, soggetti in trattamento psichiatrico, tossicodipendenti, alcolisti, minori in età lavorativa in situazioni di difficoltà familiare, condannati ammessi alle misure alternative alla detenzione previste…

In una cooperativa sociale di tipo B le persone svantaggiate devono costituire almeno il 30% dei lavoratori della cooperativa. Atlante crede fermamente nel valore aggiunto del suo essere cooperativa sociale ed oltrepassa gli obblighi di legge superando 60% di soci persone svantaggiate.

Quadro Normativo
Legge 8 novembre 1991, n. 381
“Disciplina delle cooperative sociali”Legge 8 novembre 2000, n. 328
“Legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali”Legge Regionale delle Marche 18 dicembre 2001, n. 34
“Promozione e sviluppo della cooperazione sociale”Legge 13 giugno 2005, n. 118
“Delega al Governo concernente la disciplina dell’impresa sociale”

Decreto Legislativo 24 marzo 2006, n. 155
“Disciplina dell’impresa sociale, a norma della legge 13 giugno 2005, n. 118”

Decreto Legislativo 12 aprile 2006, n. 163
“Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE”, con particolare riferimento all’Art. 52 (Appalti riservati)

Approfondimenti
  • ACCARDO Sandro, “La Cooperazione Sociale Spuria. Analisi di un sogno mancato ”, Tesi di Laurea in Sociologia e Servizio Sociale, Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo”, AA 2011/201**
  • MICCINI Moreno, “Le Attività Lavorative Riservate a Favore delle Categorie Svantaggiate. Appalti riservati e trattative negoziate: analisi normativa e prospettive con particolare riferimento alla situazione marchigiana ”, Tesi di Laurea in Organizzazione e Gestione delle Politiche e dei Servizi Sociali, Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo”, AA 2009/2010** – Abstract**
  • PESCO Federico, “Le Cooperative Sociali di Tipo B nelle Marche ”, Tesi di Laurea in Sociologia Giuridica e del Mutamento Sociale, Università degli Studi di Macerata, AA 2006/2007, pp. 1-40**